Pagine

venerdì 16 novembre 2012

Un sistema tutto nuovo, o forse no..

Da qualche tempo sto cercando  un sistema "universale": qualcosa che mi permetta di giocare in qualsiasi ambientazione senza dover di volta in volta imparare nuovamente le regole.
Non è una cosa facile avere un sistema di regole che vada bene per ogni occasione, che insieme sia semplice senza essere senza essere troppo generico.

In particolare ho intenzione di far giocare una campagna anni '30 stile "pulp".

Mi serve un sistema dunque un sistema di regole semplici e dinamiche che sia adatto a dei personaggi che per loro natura sono "sopra le righe".

Restando sul classico ho subito pensato al sistema di Chaosium (RdC - BrP) che tra l'altro prevede ambientazioni nel medesimo periodo storico. A mio parere Rdc mentre è ottimo per avventure investigative alla scoperta di e per combattere orrori terreni e non,  non si adatta affatto ad avventure che di fatto hanno un tono molto più leggero.

Penso che infine utilizzerò il regolamento di Savage Worlds che ha un sistema di regole veramente ridotto al minimo e che non interferiscono con il fluire della storia. Inoltre utilizza un sistema di caratteristiche dei personaggi fatto tra l'altro di vantaggi e svantaggi che possono essere un ottimo spunto per l'interpretazione.

Tuttavia nella mia ricerca del sistema migliore (se non perfetto) mi sono imbattuto in due altre opzioni degne di nota:

La prima è "Amazing Adventures" di Troll Lord Games ed usa il loro sistema "Siege Engine", una versione rimaneggiata e semplificata di D&D 3.0 che è il motore della loro linea "Castels&Crusades", che mi piace molto in quanto ritorna alla radici classiche del GdR fantasy.
Per mezzo di una serie di cambiamenti non traumatici il sistema viene adattato al genere "pulp". L'impressione che ho tratto è che il risalutato sia decisamente giocabile con il vantaggio enorme di non dover imparare in pratica nessuna nuova regola (dando per scontato che chi più, chi meno a D&D abbiamo giocato tutti quanti ...). Mi riservo di provarlo prossimamente se sarà possibile

La seconda è "Lo Spirito del Secolo" (Evil Hat productions, edizione italiana di Janus Design), che nasce proprio come gioco di ambientazione Pulp, anche se poi lo stesso sistema è stato usato anche per altri prodotti.
Ammetto di essere molto colpito dal sistema usato dal gioco (F.A.T.E.  Fantastic Adventures in Tabletop Environment). E' una rivisitazione di  Fudge con un dentro sacco di buone idee. Sto finendo la prima lettura del manuale e debbo dire che le innovazioni di origine "indie" vanno essere digerite molto bene prima di arrivare ad un parere positivo o meno. Per ora lo includo sicuramente tra le cose che vorrei provare a giocare per vedere in pratica se funziona davvero oppure no.


domenica 4 novembre 2012

Missione Lucca Games 2012


Venerdì è stata la giornata che come ogni anno dedico a visitare Lucca Games. Ammetto di non essere molto interessato alla parte comics, per cui ho passato la maggior parte della giornata al padiglione Carducci. Nella foto il "bottino" degli acquisti alla fiera. Ho deciso di dedicare alla recensione dei volumi che vedete nella foto  una serie di prossimi articoli specifici, quello che mi interessa in questo è fare alcune considerazioni sulle mie impressioni.

Prima di tutto il pubblico: moltissima gente presso gli stand e ovunque fuori per le strade. Di meno mi sono sembrati quelli che acquistavano. Inutile ribadire che la crisi morde e tutti siamo più attenti nelle spese.
Veniamo ai GDR, di anno in anno il loro 'peso specifico' all'interno dello spazio games diventa sempre minore purtroppo. Oramai la parte del leone tocca ai videogiochi, settore che ,crisi a parte, riesce ancora a tirare e gli stand presenti a Lucca ne sono la prova evidente. A seguire l'immancabile Magic e i giochi da tavolo. Tutto sommato il mercato del gioco 'intelligente' sembra essere piuttosto in buona salute. I grossi editori/distributori dedicano ai GDR ormai soltanto una piccola parte dei loro cataloghi. Esempio per tutti Giochi Uniti, che sebbene e detenga licenze importanti quali Pathfinder, Coc, l'Unico Anello, ha dedicato uno spazio limitato del suo enorme stand al GDR.

Se questo mi ha lasciato sulle prime con un pochino di amaro in bocca, devo ammettere anche che facendo una riflessione più attenta, la situazione del mondo GDR mi sembra migliore (o persino molto nigliore) di quanto non sembrerebbe a prima vista.

Non mancano nuovi editori (Acchiappasogni con Destino Oscuro per esempio) e quelli di sempre non sono rimasti a guardare ed hanno presentato delle novità (Autori Cialtroni con MiniRock).

E' ancora troppo presto per un bilancio definitivo, ma insomma credo tutto sommato non ci si possa lamentare troppo anche considerando la situazione generale.

giovedì 1 novembre 2012

Perchè il blog: una storia di storie raccontate.

Il prossimo mese di Gennaio 2013 segnerà il mio ventiseiesimo anno da giocatore di ruolo "analogico" o "da tavolo" se preferite.

Credo di essere una piccola parte della storia di questo hobby e sento la necessità di condividere la mia passione per il Gdr con quanti avranno la pazienza (e la bontà) di seguirmi su questo blog.
Molto di più sono certo che gli anni passati siano solo una piccola parte di una storia che è ancora tutta da raccontare. Ecco sono qui oggi proprio per raccontare e spero di riuscirci al meglio delle mie possibilità...

Oggi non è un giorno a caso in effetti .. è il primo giorno di Lucca Games 2012. Andrò domani a visitare la mostra mercato, come tutti gli anni (o quasi) da non mi ricord più quando, so solo che ero più giovane.
E cito la mia "gioventù" non per caso, ma per scelta: si tratterà presto di trasmettere ai mie figli la mia passione, sperando che , se lo vorranno, potranno anche loro un giorno essere parte della storia.
Lo saranno raccontando le loro storie.

A me non resta che iniziare qui e oggi.