Pagine

sabato 20 agosto 2016

domenica 3 aprile 2016

Dragon +

A Genova abbiamo lungomare Canepa. Ci passo spesso perché è un'arteria essenziale per la città e come me ogni giorno moltissimi altri genovesi.
Passi per il Canepa, ma è il lungomare che proprio non capisco. Certo non è una pedemontana  e nemmeno una strada di montagna .. ma il mare lungo cui si delinea la strada non si vede.
Immagino, molti anni fa il mare arrivasse a lambire il bordo della strada , ma allora forse era la strada a non esserci.
Di fatto oggi tra il lungomare ed il mare trovi il porto: ovvero una linea ferrovia a doppio binario, un intero terminal container e in più banchine e pontili di attracco per le navi.
Ecco se mi volessi tuffare da Lungomare Canepa nel mare dovrei prendere una rincorsa per 'saltare' almeno mezzo chilometro.
Perché ci ostiniamo a chiamarlo lungomare mi sfugge.
Cosa c'entra una via cittadina di Genova con il Gdr , centra, centra ...

C'era una volta il mare, anzi no in effetti ...c'era una volta Dragon, mitica rivista della TSR ... ricordate quell'editore made in USA che metteva i manuali di gioco nelle scatole, ecco adesso avete presente ... ebbene la TSR produceva una meravigliosa rivista: " Dragon Magazine ".


Su quella rivista ho imparato, peraltro,  molto del mio inglese. Il ricordo non può che essere per me quindi più che positivo.
Che fine ha fatto ? beh non si pubblica più da un bel pezzo quantomeno in formato cartaceo.

Con il lancio della quinta edizione Hasbro ha pensato bene di riesumare (almeno nel nome) la vecchia e gloriosa rivista.
Ecco dunque la comparsa di una app per il cellulare, che nel mio caso (android os) mi pare funzioni pure male ... con la quale leggere in e-formato gli articoli.
Più una newszine in realtà che un vero e proprio magazine.

Ecco dunque : perché chiamare il tutto nientemeno che Dragon  + (plus); capisco a voler essere precisi avrebbero dovuto chiamarla col suo vero nome Dragon - (meno la stampa, meno i contenuti, meno tutto), ma evidentemente è meglio ostinarsi a vedere il mare che non c'è più da un bel pezzo.

domenica 24 gennaio 2016

La mia lista

Devo decidermi a stilare una lista dei gdr che mi piacciono di più. Ho provato più volte, ma senza veramente mai riuscirci.
Credo sia anche, quantomeno in parte,  dovuto al fatto che in effetti mi piacciono davvero tutti .. ma in qualche modo devo pur incominciare per riuscire nell'intento della compilazione della mia lista virtuale: devo percio' stabilire alcuni punti fermi.

Risultati immagini per call of cthulhu
Semplifichiamo e diciamo che in generale mi piacciono i sistemi, nati nel periodo "TSR", quello dei giochi di ruolo "in scatola".
In termini temporali sto parlando degli anni ottanta. Sembra adesso di  raccontarse storie di un'altra era 'geologica', ma grazie al movimento della Old School Reinassance  (OSR)  c'è un ritorno (abbastanza generalizzato) a quei giochi e soprattutto a quel modo di giocare.

In generale, regolamenti più semplici e concisi che lasciano ampio margine alla libertà di improvvisazione dei giocatori e del master.

In sostanza non dovevi leggerti la Treccani per avere un'idea di come funzionano le cose e per generare il personaggio non ti serviva un computer ultimo modello e nemmeno un programma dedicato altrimenti nessuno era in grado di sapere se quel bonus ti tocca per davvero o se quello skill era compatibile con la campagna del tuo Master.
Un modo di giocare insomma dove l'emicrania non era proprio contemplata.

E si giocava tranquillamente credetemi!
Ed era tutto dannatamente bello e divertente. Garantisco che per questo mi sono appassionato e tale rimango ancora ancora trent'anni dopo.
Risultati immagini per sword wizardryQuei giochi allora in scatola (D&D, CoC hanno tutti avuto una edizione 'boxed') sono stati i capostipiti di veri a propri sistemi, ciascuno con il proprio 'motore' di gioco.

Ora, un'altra delle mie 'fisse' riguardo ai GdR, sarà probabilmente per la mia fiera natura di 'Genovese',  è che se le cose belle sono poi anche gratis (o quasi) è ancora meglio.

Ebbene dei tre i sistemi che vedete nelle foto, per due le regole complete sono gratis e per il mitico RdC esistono delle versioni 'quick start' del tutto gratuite, che permettono comunque di iniziare a giocare in modo abbastanza completo, pur non avendo il relativo manuale base a pagamento.

Risultati immagini per d6
Ed eccoli qui con il collegamento alle relative pagine di approfondimento e sparpagliati rigorosamente senza ordine alcuno. Conto di parlarne più nel dettaglio prossimamente attraverso una serie di post dedicati.









sabato 13 giugno 2015

Game Geeks #250 Dungeons and Dragon 5th edition

Non ho dubbi : è la miglior video-recensione su D&D 5th Edition, che io abbia visto sino ad ora.

Assolutamente da vedere per chiunque abbia la possibilità (è in lingua inglese ...)